Carol Torres, esperta di sostenibilità urbana, esamina i modi in cui si potrebbe migliorare il comfort termico a Lima.

Perché Lima?

Quando si è alla ricerca di modi sostenibili per rinfrescare l’ambiente urbano, Lima costituisce un caso studio davvero unico. Come accade in molte altre città, l’aumento delle aree con vegetazione potrebbe essere una potenziale strategia per aiutare la città a raggiungere un raffrescamento maggiore. Tuttavia, la natura delle condizioni climatiche e urbane di Lima rendono questo approccio molto impegnativo.

Lima è una città molto arida, che deve affrontare una grave scarsità d’acqua che complica ulteriormente la crescita naturale della vegetazione. Inoltre, la città è molto vulnerabile all’aumento delle temperature. La posizione geografica di Lima espone la città a una radiazione solare molto intensa, amplificata dallo sviluppo di isole di calore che si generano per soddisfare le esigenze della popolazione, il tutto esacerbando gli effetti del cambiamento climatico. Infine, a peggiorare la situazione, vi è la crescita urbana che continua a sperimentare questa città in diverse aree. Pertanto, è necessario progettare in maniera strategica le infrastrutture verdi della città al fine di migliorare il comfort e aumentare la sostenibilità.

 

 

Risultati

L’analisi si focalizza su un tipico insediamento informale e utilizza ENVI-met per studiare tre diversi scenari.

Il primo esamina il suo attuale stato di sottosviluppo. Il secondo considera uno sviluppo futuro basato sui modelli tradizionali locali di progettazione e sviluppo urbano, ad esempio vaste aree coperte da erba e altre con xeriscape. Il terzo esamina uno sviluppo futuro con un approccio strategico, considerando lo sviluppo intensivo esistente ma utilizzando strategicamente l’ombra e la vegetazione per aumentare il comfort termico. Una caratteristica particolare di questo studio è stata quella di mantenere un approccio moderato per l’aumento della vegetazione, a causa dei vincoli imposti dalla scarsità di acqua.

L’analisi di ENVI-met mostra che se il quartiere si sviluppasse come di consueto, in alcune strade si potrebbe verificare un aumento dello stress termico pedonale da 6 a 15 K, considerando l’indice termico PET.

Tuttavia, ciò potrebbe essere mitigato applicando un approccio strategico, ad esempio evitando di posizionare alberi senza prima considerare la loro interazione con l’ombra degli edifici o implementando alberi con una chioma più densa. Può essere utile anche sfruttare l’ombra offerta da edifici alti su strade strette. Alcune strade potrebbero essere 20 K più fresche rispetto al secondo scenario se, ad esempio, vengono implementati alberi con una chioma più fitta nei principali viali del quartiere. Può essere utile anche riservare alcune aree ai corridoi di ventilazione, specialmente quelle vicine ad aree colme di vegetazione come i parchi.

In altre parole, ventilazione, ombra e vegetazione (preferibilmente alberi con fogliame denso) devono essere combinati in maniera strategica per garantire il comfort termico, e questo dovrebbe essere fatto per tutte le aree rilevanti per l’attività pedonale di Lima.

Per i risultati completi si prega di scaricare lo studio completo.